106
ISTITUTI CHE PARTECIPANO
AL PROGETTO SCUOLE IN RETE
1,3 mln
PASTI DI QUALITÀ GARANTITI
NEGLI ASILI E NELLE SCUOLE
1,2 mln
LIBRI GRAZIE AL CATALOGO
BIBLIOTECARIO UNICO SBU E RBB

Negli ultimi cinque anni Brescia ha dimostrato la sua attenzione per i più giovani grazie a numerosi servizi e iniziative dedicati alle scuole. L’amministrazione ha operato attraverso numerosi interventi di riqualificazione delle strutture scolastiche e dei servizi con il fine di migliorare l’offerta didattica, facilitare il diritto allo studio e prevenire il disagio e l’abbandono scolastico.

Nell’ottica di un programma di digitalizzazione del sistema scolastico, il Comune ha esteso la rete wi-fi a tutte le scuole e rinnovato per l’anno 2017/2018 il progetto Scuole in Rete, l’iniziativa di cultura dell’innovazione targata Comune di Brescia e A2A Smart City che prosegue e potenzia l’intervento di manutenzione straordinaria di 106 sedi scolastiche tra scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado. Obiettivo principale di Scuole in Rete è realizzare progetti di crescita delle conoscenze e competenze mediante l’accesso alla rete. Il progetto si propone inoltre di contrastare forme di discriminazione sociale dovute a limiti nell’accesso, nella configurazione e nell’esercizio dei diritti configurabili online e di promuovere nuovi stili di vita digitali.

In ambito scolastico, un’attenzione particolare è stata inoltre riservata dal Comune agli studenti con disabilità – grazie ai servizi gratuiti quali il trasporto scolastico e l’assistenza individualizzata -, e all’alimentazione per la ristorazione scolastica. Sono circa 1.300.000, infatti, i pasti garantiti annualmente agli alunni con l’obiettivo di fornire un’alimentazione di qualità capace di trasformare il pasto in un momento educativo.

Le scuole primarie e secondarie di primo grado con alto tasso di stranieri sono inoltre state coinvolte in un progetto di alfabetizzazione grazie al supporto di docenti in pensione che hanno contribuito al sostegno delle attività didattiche e curricolari.

La centralità della famiglia nell’educazione di bambini e ragazzi e le difficoltà che i genitori affrontano oggi nella gestione del proprio ruolo ha inoltre spinto l’amministrazione comunale ad elargire servizi di supporto per le famiglie. In particolare, l’assessorato ha offerto uno spazio di ascolto e consulenza psicologica per i genitori e creato uno sportello specialistico per i Disturbi specifici dell’apprendimento (DSA) rivolto a genitori e docenti.

Positivi anche i dati relativi ai servizi bibliotecari messi a disposizione di tutti i cittadini. Con il nuovo sistema informativo unico che dal 2016 mette insieme Sistema Bibliotecario Urbano (SBU) e Rete Bibliotecaria Bresciana (RBB), infatti, i cittadini hanno accesso ad un patrimonio che conta 1.200.000 titoli. Soluzione, questa, che ha permesso un incremento del 70% dei prestiti interbibliotecari.

Alcuni progetti per Brescia che Apprende

SCUOLE IN RETE

Rinnovato anche per l’anno scolastico 2017/2018 l’impegno del comune di Brescia a investire in progetti dedicati alle scuole. Con l’inizio dell’anno, infatti, prende il via...

PROGETTI SCUOLE

A seguito dell’approvazione della legge 107/2015 che stabilisce e disciplina il sistema integrato di educazione e istruzione dalla nascita ai 6 anni, l’Amministrazione comunale...

BIBLIOTECHE

Una città che apprende è, innanzitutto, una città che legge. Con nove biblioteche comunali e una mediateca, Brescia garantisce ai suoi cittadini l’accesso ad un ampio...