Per ridurre l’inquinamento e l’incidentalità sulle strade non c’è soluzione più appropriata che migliorare la viabilità su due ruote e aumentare le aree adibite al solo uso pedonale. Lo sa bene il Comune di Brescia che negli ultimi anni ha investito risorse in questa direzione. Tra il 2013 e il 2017 sono state pedonalizzate ben 11 aree, tra cui risaltano le principali piazze e vie del centro storico come Piazza Loggia, Piazza Vittoria e via Zanardelli.

La promozione della mobilità pedonale si è caratterizzata per numerosi e diffusi interventi di messa in sicurezza delle intersezioni, degli attraversamenti e di abbattimento delle barriere architettoniche. Nei quartieri a vocazione residenziale sono state progettate, con il coinvolgimento dei Consigli di Quartiere, apposite Zone 30, con l’obiettivo di ridurre il traffico di attraversamento, moderare le velocità veicolari e favorire la mobilità pedonale e ciclabile.

Punto forte del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile resta però l’implementazione della rete ciclabile.
Con 16 ciclabili realizzate tra il 2015 e i primi mesi del 2018, 9 in fase di realizzazione e altre 6 in appalto o in avanzata progettazione, Brescia continua ad incrementare la lunghezza delle sue piste ciclabili che già arriva a toccare i 100 km complessivi. Gli interventi realizzati e quelli in fase di sviluppo hanno richiesto l’apporto sinergico di risorse da parte del Comune, della Provincia e della Regione per un totale di circa 3 milioni di euro. Dopo l’inaugurazione del corridoio ciclo-pedonale lungo via Labirinto, il primo regalo agli amanti delle due ruote riguarda la completa realizzazione del tratto urbano della Pedemontana alpina, parte dell’itinerario della rete nazionale che collega Torino a Trieste, passando appunto da Brescia per proseguire verso il lago di Garda.

 

 

È in fase di progettazione avanzata anche il progetto “Più Bici!” elaborato dal Comune di Brescia e co-finanziato dal Bando Regionale Por Fesr con un contributo di 1,5 milioni di euro. Il progetto prevede la costruzione di circuiti ciclabili suddivisi in due lotti. Il primo lotto (asse via Colombo – via Volturno) è attualmente in fase di realizzazione, mentre il secondo (Ring ovest – Repubblica – Stazione Ring sud – Arnaldo – Venezia – Sant’Eufemia – Caionvico), vedrà la luce a cavallo tra il 2018 e il 2019.

In continua crescita anche Bicimia, l’iniziativa di bike sharing di Palazzo Loggia gestito da Brescia Mobilità. Ad oggi il servizio conta 22.500 abbonati e ha avuto un notevole incremento negli ultimi anni. Dalle 24 postazioni del 2008 quando il servizio venne avviato, sono ormai 76 le postazioni attive (di cui 14 realizzate in questo quinquennio) ed entro l’estate ne saranno aperte ulteriori 7, così da coprire pressoché tutti i quartieri della Città.