Non è diminuito l’impegno della Polizia Locale atto a garantire la sicurezza sulle strade di Brescia. I dati relativi al 2017 mostrano infatti una soddisfacente copertura del territorio comunale se si considera la varietà di controlli e le relative sanzioni applicate nel corso dell’anno.

Le sanzioni totali al Codice della Strada ammontano complessivamente a 246.143 mentre i punti della patente decurtati complessivamente sono 88.176. In particolare, sono state registrate 109.905 infrazioni per divieto di sosta, 18.281 delle quali per intralcio alla circolazione, 7.401 per aver parcheggiato sul marciapiede, 568 per sosta su pista ciclabile e 1.071 per parcheggio non autorizzato negli spazi riservati ai disabili.

Nel corso del 2017 sono stati rimossi complessivamente 2.669 veicoli, con un importante dato di automobili spostate dagli spazi riservati ai disabili (137) mentre sulle piste ciclabili il numero di auto rimosse ammonta a 11. Complessivamente i veicoli sottoposti a controlli sono stati 19.798.

Le sanzioni per il mancato uso delle cinture di sicurezza sono state 1.151, quelle relative alla guida con l’uso del cellulare arrivano a 1.137, mentre quelle per i passaggi con semaforo rosso sono 2.823.
Molte le patenti (115) e i documenti (486) ritirati per guida sotto l’effetto di sostanze alcoliche o stupefacenti (115). Preoccupante anche il dato sugli incidenti stradali che nel 2017 arriva a 1.068, di cui 724 con feriti e 4 mortali.

Molti gli strumenti tecnologici utilizzati dalla Polizia Locale per il controllo della velocità e per verificare il rispetto delle norme sull’autotrasporto. Grazie ad apparecchiature quali Velomatic, Telelaser Ultralyte, Telelaser Truspeed, e Multaradar, sono stati effettuati 242 controlli della velocità sulle strade di Brescia, che hanno permesso di rilevare 4.881 infrazioni.

I controlli sull’autotrasporto sono stati invece effettuati grazie al Police Controller, un sistema informatico impiegato per controllare il conducente alla guida di veicoli per trasporto di cose e persone (tempi di guida, riposo, cronotachigrafo) e l’attività del veicolo (come l’accertamento della velocità). Gli accertamenti al riguardo sono stati 155 mentre le multe ammontano a 177.